Frogday #2

0
1615

Frogday Beta volume II: la sperimentazione continua. Presenti i froggers ed alcuni amici dei froggers. Ma quanto ci piace condividere e costruire insieme? 🙂

Anna ha acceso la scintilla con un argomento per i più creativi ma non solo: come diventare un visual storyteller very cool. Gli accorgimenti per fare ed editare una foto in modo che diventi una piccola emozione su smartphone:

Tutti abbiamo una storia da raccontare. Ma come? Anna ci ha illuminato e coinvolto con due nuovissime applicazioni che diventeranno top app in breve tempo: Steller e Storehouse. Due piattaforme diverse che consentono di raccontare le nostre storie attraverso immagini e video senza essere Steven Spielberg o Quentin Tarantino. 😉 Per un visual storytelling di successo!

La seconda parte del Frogday è stata dedicata al brainstorming, riprendendo quanto messo nel piatto al precedente appuntamento. Tante idee e qualche novità in arrivo, anche grazie a queste riflessioni.
Curiosi? #StayTuned! 🙂

SHARE
Previous articleFrogday #1
Next articleBTC 2014 Firenze | Gamification & Storytelling in un evento? Si può!

“Adottiva digitale”, costantemente connessa alla rete, resto affezionata a carta e penna. Creativa per diletto, organizzata per necessità. Amo condividere e ho trasformato questa passione in lavoro: sono sempre alla ricerca di nuovi modi e strumenti per comunicare. Iperattiva, estroversa quanto basta, credo nelle idee delle persone, seguo l’istinto, osservo e rielaboro. Tutto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here